Victor Polay Campos chiede trasferimento in un carcere civile

1 commento

Tramite collegamento telefonico con il Tribunale Costituzionale, Victor Polay Campos, leader del Movimento Rivoluzionario Túpac Amaru ha chiesto di essere trasferito in un carcere penale civile. Victor Polay si trova nella Base Navale del Callao da ormai 19 lunghissimi anni, dove sta scontando a una pena complessiva di 35 anni di carcere con lʹaccusa di terrorismo.

Polay e la sua famiglia, supportati da  un Comitato Internazionale, da tempo    stanno  denunciando le durissime condizioni di detenzione allle quali   lʹuomo è sottoposto nella Base Navale, dove sono rinchiusi anche Miguel  Rincón militante  MRTA, Vladimiro Montesinos, braccio destro di Fujimori e Abimael Guzmñan leader di Sendero Luminoso.

Lʹex candidato presidenziale Ricardo Noriega, nonchè suo avvocato considera che Victor Polay sia un “insorgente”, tuttavia il punto fondamentale rispetto al quale il Tribnale Costituzionale è chiamato a rispondere è se sia giusto o meno che un civile si trovi  rinchiuso da un ventennio ormai, in un carcere militare.

 

Trackbacks/Pingbacks

  1. Víctor Polay Campos: “Sul banco degli accusati. Terrorista o ribelle?” (Il libro-I) | Annalisa Melandri - […] fino ad oggi le richieste da parte di familiari, amici ed associazioni per la difesa dei diritti umani per …

Lascia un commento Trackback URL: