Tutti schedati. I rom per il momento, tutti gli altri nel 2010

9 commenti

Questa è la copia di un documento di un rom censito (schedato?) a Napoli.
E se non è una pratica razzista perchè l’indicazione della religione e dell’etnia?
Chissà magari tra un po’ tireranno fuori che nel 2010 sarà obbligatorio  per tutti quanti indicare al momento di chiedere il rilascio di un documento l’appartenenza alla  religione cattolica o no, se praticanti o meno, se meno quante volte si saltano le messe comandate, se siciliani piuttosto che lombardi e se lombardi se si  tifa per il Milan o per la Juventus.
Ringrazio l’amico Carmelo Sorbera.
 
  1. avatar
    Anonimo ha detto:

    Grazie a Te. Carmelo

  2. avatar
    nardi ha detto:

    posso fare una domanda da ignorante? ma una carta d’identità normale come tutti gli altri non si può?

  3. avatar
    Giovanni G. ha detto:

    a me sembra la dimostrazione che questa operazione è contro la Costituzione italiana. I dati relativi a religione ed etnia, dato che la Costituzione del nostro paese garantisce la libertà di pensiero, di espressione, di confessione e che nessuno può essere discriminato per il colore della pelle o per le origini… allora, a che servono? e poi non hanno nemmeno il coraggio di ammettere che sono provvedimenti razzisti.… non hanno il coraggio di chiamare le cose col loro nome. Forse … sanno di essere isolati dal resto dei paesi civili.

  4. avatar
    Gavino ha detto:

    Di cose contro la Costituzione italiana ne hanno combinate tante sin dai tempi del “buon” De Gasperi. Si era già accorto Piero Calamndrei, morto portando con sé questo dolore.
    Non mi meraviglia certo ciò che oggi accade.

  5. avatar
    Celia ha detto:

    Gavino, magari non ti meravigli ma sarebbe il minimo indignarsi.

    La risposta che è stata data dagli organi di polizia che effettuano le schedature sulla presenza delle voci “religione” ed “etnia” è stata: (tenetevi stretti!)
    Perchè così in base al censimento della religione si potrà riscontrare l’esigenza di costruire per esempio una moschea in una determinata zona piuttosto che qualche altro luogo di culto.

    Ed ora fatemi una grassa risata.

  6. avatar
    Celia ha detto:

    Ed ora fatemi una grassa risata.

    Era “fatevi chiaramente”!

  7. avatar
    Eliolibre a La Habana ha detto:

    Celia, a me viene da piangere, il fascismo si sta imponendo senza più nessun pudore e l’unico a dirlo chiaramente è Di Pietro, un uomo di destra. La ex sinistra cerca il dialogo!!!!!!!! Che dio li fulmini quei cialtroni, hanno consegnato l’Italia ai fascisti buttando a mare un secolo di lotte. Io ci provo a riderci sopra, ma proprio non mi viene.…

  8. avatar
    Alessio in Asia ha detto:

    Condivido quanto scritto da Giovanni:
    “a me sembra la dimostrazione che questa operazione è contro la Costituzione italiana. I dati relativi a religione ed etnia, dato che la Costituzione del nostro paese garantisce la libertà di pensiero, di espressione, di confessione e che nessuno può essere discriminato per il colore della pelle o per le origini… allora, a che servono? e poi non hanno nemmeno il coraggio di ammettere che sono provvedimenti razzisti.… non hanno il coraggio di chiamare le cose col loro nome. Forse … sanno di essere isolati dal resto dei paesi civili.

  9. avatar
    celia ha detto:

    Io, intanto, per solidarietà ho lasciato anche le mie di impronte.

    Elio, che dire. Sembra che stiamo sprofondando e nessuno se ne accorge.
    Siamo inebetiti manco c’avessero dato del tavor a grosse dosi!

Lascia un commento Trackback URL: